Science report

Questa è un’idea che mi è venuta quando ho cercato una maniera di migliorare il mio, al momento agonizzante, inglese.
Di tanto in tanto posterò il riassunto (aggiungendo, quando necessario, una o più spiegazioni) di un articolo scientifico, o comunque legato al mondo dell’innovazione.
La cartella di Google Documenti alla quale vi ho permesso di accedere (su gmail dovreste averne ricevuto notifica) sarà usata per metterci gli articoli, sia la versione originale che quella tradotta dal sottoscritto.

Inizio coi primi due articoli, scritti da Paul B. Carroll e Chunka Mui, pubblicati su Technology Review, la rivista del MIT, Massachussets Institute of Technology.
Ecco i link del primo e del secondo.

Il tema è il rapporto tra il business e la diffusione di Internet/nuove tecnologie.

La possibilità di portarsi Internet in tasca con gli smartphone e i tablet, il diffondersi dei sensori e delle telecamere stanno cambiando radicalmente il modo di pensare e gestire l’impresa.
La pubblicità in tv, il concetto di “intermediario”, l’idea che il cliente compri le cose nel primo posto in cui capita, sono tutti concetti che Internet sta lentamente distruggendo.

Nel mondo delle assicurazioni, il futuro della polizza è personalizzato, grazie alla possibilità di avere informazioni in tempo reale sul cliente e sul suo comportamento (al giorno d’oggi esistono i sistemi “Pay as you drive”, “Paga come guidi”). Il contatto diretto col cliente permette anche di ridurre i reclami e di prevenire incidenti.
I rivenditori dovranno fare i conti con un cliente capace di avere un numero illimitato di informazioni riguardo al prodotto che vogliono comprare, mentre la geolocalizzazione darà la possibilità di introdurre offerte basate sul luogo in cui ci si trova al momento.
Nel mercato delle auto, in cui i soldi girano non tanto sulla vendita dell’automobile, quanto sui servizi ad essa associati (assicurazioni, finanziamenti, garanzie,…), le case produttrici avranno l’opportunità di guadagnarsi un posto nel settore fornendo assistenza e diagnostiche basate su un continuo scambio di dati con il cliente.
Altri posti dove il flusso di dati cambierà le carte in tavola è quello dei servizi, in primis quelli sanitari, dove il paziente sarà seguito sempre e ovunque, grazie a sensori sempre più economici e a dispositivi wireless. In genere, comunque, la rete elettrica sarà arricchita di sensori, mentre case e uffici saranno dotati di centraline intelligenti, capaci di dare informazioni in tempo reale sul prezzo dell’energia, permettendo quindi un consumo consapevole.
Anche nel settore dei giochi si fa sentire la pressione della tecnologia, con tutta una serie di opportunità date da tablet e smartphone, che avanzano togliendo spazio a “bambole e mattoncini”.

Da queste considerazioni, e da esempi pratici ricavati dalle esperienze di alcune aziende famose, vengono poi ricavati quattro principi guida per ottenere un’impresa di successo, che qui mi limito ad elencare, invitandovi alla lettura dell’articolo (“Quattro principi per affinare la tua strategia d’innovazione”) :

  • Pensa in grande, inizia dal piccolo, sbaglia subito, cresci velocemente,
  • inizia con un foglio bianco,
  • non limitarsi alla difesa,
  • assicurati di essere bello anche nudo

Infine, il mondo economico che sembra presentarcisi davanti è un posto dominato (almeno in America) dal ricambio, in cui nuove compagnie emergono dal basso e oscurano le “vecchie” attività, in una lotta basata non tanto sulla pubblicità, quanto sull’innovazione.

Detto questo, vi lascio alla lettura degli articoli, che spero sia possibile a meno di strafalcioni ed espressioni inventate.
Feedback apprezzato, ci vediamo la settimana prossima.

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: